Pittura austriaca

Il ferito, Anton Kolig, 1917


  • Autore: Anton Kolig
  • Esposto nel museo: Galleria Nazionale (Praga)
  • anno: 1917
Descrizione dell'immagine:
Ferito - Anton Kolig. 1917. Olio su tela. 42x36

Anton Kolig - artista espressionista austriacoStudiò dal 1904 al 1907 alla Scuola di Arti e Mestieri di Vienna con Oscar Kokoschka e poi all'Accademia di Belle Arti di Vienna. Era uno dei rappresentanti più significativi del gruppo artistico "Coloristi della Carinzia". Il pittore apparteneva a una generazione di giovani artisti che si sentivano particolarmente legati all'arte francese degli anni '20, pur rimanendo in contatto con le nuove tendenze in altri paesi europei, in particolare in Italia.
Un posto significativo nelle opere di Kolig occupa le immagini del corpo maschile nudo. Scrive giovani, energici e forti, ma spesso tristi e pensosi. Come altri espressionisti, il pittore percepiva la creatività come un modo di esprimere le emozioni. Durante la prima guerra mondiale, a partire dal 1916, era al servizio, ha lavorato come artista militare a Vienna. Scritto in questo momento picture "Ferito"che mostra prostrato su fogli bianchi di un giovane soldato. Un giovane a metà dimentico, la sua faccia e la sua destra, il braccio gettato sulla testa in sanguinose abrasioni, spalle e petto in lividi, il suo corpo convulso. Sullo sfondo, dietro la testa dell'eroe, un punto cremisi minacciosamente minaccioso. Kolig è estremamente veritiero, con spaventoso naturalismo, trasmette le crudeli conseguenze di un massacro di guerra, che descrive la difficile situazione dell'uomo nel mondo del ferro e del sangue, dopo la sconfitta degli ideali e la perdita della fede.

Загрузка...