Pittura norvegese

Creek, Edward Munch, 1893

  • Autore: Edvard Munch
  • Museo: Galleria Nazionale. Oslo. Norvegia
  • anno: 1893
  • Clicca sull'immagine per ingrandirla

Descrizione dell'immagine:

Creek - Edvard Munch. 1893. Olio su cartone, tempera, pastello. 91h73,5

Espressionismo del modello, picture "Scream", così come le sue numerose varianti, è ancora uno dei più misteriosi capolavori della pittura mondiale. Molti critici ritengono che la trama del quadro sia il frutto di una fantasia malata di una persona malata di mente. Qualcuno vede nell'opera una premonizione della catastrofe ambientale, qualcuno decide la domanda su quale tipo di mummia abbia ispirato l'autore per questo lavoro. Dietro a tutta la raffinatezza, la cosa principale scompare - le emozioni che questa immagine causa, l'atmosfera che trasmette e l'idea che ogni spettatore può formulare per se stesso.
Che cosa ha ritratto l'autore? Qual è il significato che ha messo nel suo lavoro ambiguo? Cosa volevi dire al mondo? Le risposte a queste domande possono essere diverse, ma tutti concorderanno su un'opinione comune: il "grido" fa sì che lo spettatore si immerga in pensieri difficili su se stessi e sulla vita moderna.

Analisi del dipinto "Scream"

Il cielo rosso e infuocato copriva il fiordo freddo, che a sua volta genera un'ombra fantastica, simile a un mostro marino. La tensione ha distorto lo spazio, le linee si sono rotte, i colori non corrispondono, la prospettiva viene distrutta.
Solo il ponte su cui poggiano gli eroi della foto è inviolabilmente piatto. Si oppone al caos in cui il mondo precipita. Il ponte è una barriera che separa l'uomo dalla natura. Protetti dalla civiltà, le persone hanno dimenticato come sentire, vedere e ascoltare. Due figure indifferenti in lontananza, insensibili a ciò che sta accadendo intorno, enfatizzano solo la tragedia della trama.
Collocato al centro della figura della persona disperatamente urlante, attira in primo luogo l'attenzione dello spettatore. Sul viso impersonale al primitivo si può leggere la disperazione e l'orrore, al limite della pazzia. L'autore è riuscito a nascondere le più potenti emozioni umane con mezzi magri. Agli occhi della sofferenza, una bocca spalancata rende il grido stesso acuto e veramente tangibile. Mani alzate, che coprono le orecchie, parlano del desiderio riflesso di una persona di scappare da se stesso, di fermare questo attacco di paura e disperazione.
La solitudine del protagonista, la sua fragilità e vulnerabilità, riempiono tutto il lavoro di tragedia ed energia speciali.
L'autore usa una tecnica complessa, in un unico lavoro usando sia colori ad olio che a tempera. Allo stesso tempo, la colorazione del lavoro è semplice, persino avara. In realtà, due colori - rosso e blu, oltre a una miscela di questi due colori - e creano tutto il lavoro. Le intricate curve irreali di linee nell'immagine della figura centrale e della natura riempiono la composizione di energia e dramma.
Lo spettatore decide da solo la domanda: cosa è primario nel lavoro - piangere o deformarsi. Qual è la base del lavoro? Forse, la disperazione e l'orrore si manifestano nel grido e generano deformazioni intorno, rispondendo alle emozioni umane, la natura reagisce in modo simile. La deformazione può anche essere vista "piangere".

Informazioni storiche sulla foto

Sorprendentemente, gli aggressori hanno rapito più volte questo lavoro di Munch. E non è tanto l'enorme costo di "Creek". Il punto è l'impatto unico e inspiegabile di questo lavoro sullo spettatore. L'immagine è ricca di emozioni e può causare emozioni forti. D'altra parte, nel modo più sconosciuto, avendo creato il suo capolavoro alla fine del 19 ° secolo, l'autore è stato in grado di predire la tragedia e l'abbondanza delle catastrofi del XX secolo.
Va aggiunto che questo lavoro ha ispirato molti registi e sceneggiatori a creare film di vario genere. Tuttavia, nessuno dei film non si è avvicinato in termini di tragedie ed emotività al capolavoro di Edward Munch.

Altri dipinti di Edvard Munch

Ragazze sul ponte
Danza della vita
Un bacio
cenere
Notte stellata
separazione
madonna
Il vampiro
gelosia
Ragazza ammalata
Ansia, Edvard Munch
Serata su Karl Johan Street
malinconia
Notte a Saint Cloud
Occhi negli occhi

Guarda il video: Buffy Sainte Marie - The Vampire (Luglio 2019).