Pittura olandese

Miracolo dell'Apostolo Paolo sull'isola di Malta, David Teniers the Elder

  • Autore: David Teniers the Elder
  • Museo: eremo
  • anno: Circa il 1623
  • Clicca sull'immagine per ingrandirla

Descrizione dell'immagine:

Miracolo dell'Apostolo Paolo sull'isola di Malta - David Teniers the Elder. Legno, olio 54h83

Il padre del famoso David Teniers il Giovane, David Teniers il Vecchio, era un pittore di Anversa poco conosciuto. Dipinse principalmente immagini su temi religiosi nello spirito di Adam Elsheimer (1578-1610). Con questo artista tedesco Fleming si incontrò durante il suo soggiorno a Roma (1600-1605), diventando un fedele sostenitore della sua arte. Le opere dei due pittori erano così simili che la loro paternità era spesso confusa. Questo è il motivo per cui l'Hermitage lavora "I miracoli dell'apostolo Paolo sull'isola di Malta", i ricercatori, a cominciare da Somov (Somoff 1899), sono stati a lungo attribuiti a Elsheimer. Ingrid Yost (oralmente, la prima metà degli anni '60, e poi in un articolo congiunto con Gelder, 1966/67) determinò correttamente che questo lavoro fu eseguito da David Teniers il Vecchio.
Nel 1971, fu pubblicata la prima monografia su questo pittore, David Teniers the Elder, il dimenticato seguace fiammingo di Adam Elsheimer. Secondo i suoi autori, Duverger e Vlite, il dipinto dell'Ermitage di David Teniers the Elder fu creato intorno al 1623 e la sua fonte fu l'opera omonima di Adam Elsheimer, che è conservata nella National Gallery di Londra. Nei dipinti di Teniers il Vecchio e del maestro tedesco sullo sfondo si vede la nave affondata, sulla quale l'apostolo Paolo salpò da Gerusalemme a Roma. In primo piano delle opere confrontate, tre gruppi di personaggi sono collocati vicino ai fuochi - sono naufragati, vestiti per asciugare e isolani ospitali. Nel gruppo di sinistra in entrambe le scene presentato St. Paul.
Secondo la leggenda del vangelo, Paolo, che stava raccogliendo legna da ardere per un incendio, fu attaccato da un serpente, che gettò nel fuoco. L'echidna velenosa, considerata dai cristiani come un simbolo di Satana, non ha danneggiato l'apostolo. Questo è stato percepito dai nativi come un segno che Paolo è Dio stesso. Nelle opere di Teniers the Elder ed Elsheimer, non solo la composizione nel suo insieme e la natura dell'illuminazione sono simili, ma anche l'immagine di un paesaggio fantastico, l'interpretazione dei personaggi. Le fiamme dei falò strappano dall'oscurità della notte figure femminili e maschili nude e colorati costumi orientali dei residenti locali.
Ci sono solo piccole differenze nei lavori confrontati. In particolare, Teniers the Elder ha due figure con bracciate di sottobosco sulla collina (a destra in profondità) e una del predecessore. Fleming, rispetto all'artista tedesco, aumentò la scala delle figure nel gruppo di sinistra, e scrisse con maggior cura i dettagli dei costumi di questi personaggi. Nell'angolo a destra di entrambe le composizioni, una donna nuda è raffigurata dalla parte posteriore di Elsheimer, seduta da Teniers the Elder. In sostanza, l'immagine di David Teniers the Elder è una versione con piccole modifiche del lavoro di Adam Elsheimer.